Albergo Abruzzi

14 FOTO La ristrutturazione di un albergo nel centro storico di Roma, proprio in piazza della Rotonda, con vista unica e privilegiata sul Pantheon.

Cinque piani e venticinque stanze, l'edificio era stato ristrutturato l'ultima volta nel 2001, quando passò dall'essere un ostello della gioventù ad albergo 3 stelle.

Le sfide da vincere sono state di vario tipo:

location: I gestori dell'albergo desideravano che le camere fossero moderne e che allo stesso tempo richiamassero la particolare posizione dell'edificio.

dimensioni edificio: 500 mq su 5 piani per un totale di 25 camere. Per me è stata la prima volta che mi sono confrontato con un progetto di queste dimensioni.

dimensione camere: Le camere erano abbastanza piccole e mal distribuite, inoltre la possibilità di modificare la disposizione interna era condizionata dal fatto che l'edificio è in muratura portante con muri spessi 50/60 cm.

Oltre alla progettazione degli spazi ci siamo dovuti occupare della direzione lavori e del design di ogni elemento di arredo delle camere. La progettazione ha tenuto conto di ogni centimetro utile, nel corso della direzione dei lavori abbiamo cercato di trasformare ogni nuova difficoltà in un'occasione.

Box in Box - monolocale | 26 mq

32 FOTO Ristrutturazione e arredo di un piccolo monolocale in zona Niguarda a Milano.
Il progetto parte dall'idea di potenziare lo spazio con la creazione di una "scatola nella scatola": la zona notte diventa un'area sopraelevata chiudibile e più appartata mediante porte scorrevoli in legno e policarbonato, mentre la base ospita armadiature e spazio ripostiglio.
La parete di fondo viene completata con una cucina compatta ma assolutamente capiente per lo spazio in cui è collocata.
La pavimentazione è in legno di rovere naturale e rivestimenti bagno in gres porcellanato grigio e verde, colori che, insieme al legno, vengono ripresi nel resto del monolocale.

Casa Alberghi: realizzazione su misura per zona giorno

9 FOTO Abbiamo progettato l’arredo di questa stanza con questi presupposti, studiandolo per dare una sensazione di leggerezza, di luminosità e per potenziare lo spazio contenitivo.
Gli elementi su cui lavorare erano tanti: un angolo computer, un tavolo da pranzo, i libri, la tv.
L’orizzontalità del progetto crea un piacevole andamento dell’occhio nello spazio dandogli una percezione di maggior profondità e ampiezza.
Si creano delle fasce funzionali, e la composizione si alleggerisce andando verso l’alto.
Anche la scelta del materiale è stata determinante per dare leggerezza alla composizione.

Casa di Laura e Stefano |

27 FOTO Il progetto di interni nasce dall'esigenza di ottimizzare lo spazio della camera da letto in mansarda di Laura e Stefano, nella loro nuova casa a Monaco di Baviera. Tutte le pareti o quasi sono inclinate, e per questo abbiamo pensato di andare a chiudere ad un' altezza tale da non ridurre lo spazio, ma sfruttare punti altrimenti irraggiungibili, tramite cassetti, ripiani, e carrelli in estrazione totale. Inoltre, la presenza di una grossa nicchia ha permesso di sviluppare una cabina armadio, e dei carrelli estraibili per riporre le scarpe. Di fronte un'armadiatura di profondità 60cm per l'appenderia, e sul fianco le due librerie unite da una mensola a ponte. Lo spazio viene ottimizzato anche dall'uso di una porta scorrevole, fatta su misura, con binario a scomparsa nella mensola. Concludono l'arredo un letto su misura e dei comodini, anch'essi attrezzati con cassetti e ribaltine per riporre gli oggetti.
Inoltre ci siamo occupati anche di tutto l'arredo della zona giorno e dell'armadio per la futura cameretta del loro bambino, per ora utilizzata come stanza per gli ospiti.
La zona giorno richiama sempre uno stile semplice e pulito, dalle linee minimal. Sia le esigenze di avere spazi contenitivi che di non appesantire troppo e far passare la luce, abbondante in quella stanza, sono state soddisfatte dal progetto.

Casa Zucca

6 FOTO Ristrutturazione completa di appartamento su due livelli, progettazione e realizzazione di arredi su misura

Completare lo spazio in modo armonico: arredi su misura per Andrea e Marzia

18 FOTO Abbiamo affrontato il progetto della casa di Marzia e Andrea con l’intento di dare agli ambienti interni un’unità armonica che mancava, potenziando lo spazio contenitivo tramite una parete attrezzata, e creando una zona pranzo che potesse far dialogare maggiormente i componenti della famiglia.
Abbiamo così pensato ad una parete attrezzata che andasse in continuità con la cucina, giocando su allineamenti, su pieni e vuoti in cui vengono posti gli oggetti, e su un colore neutro, ripreso dalle pareti circostanti.
Il tavolo da pranzo è stato disegnato e studiato su misura, riprendendo delle linee vagamente rétro, e spezzando la neutralità del mobile grazie al’uso del legno di rovere al naturale, in armonia con il pavimento.
Il tavolo rimane inserito all’interno di una nicchia nella parete attrezzata, utilizzabile tutti i giorni, e aperto e allungato, in mezzo alla stanza, per l’arrivo di numerosi ospiti, fino ad arrivare ad una lunghezza di 210cm.
Abbiamo realizzato anche un mobile contenitivo per il bagno e la cameretta delle bimbe, con un'ampia scrivania e due letti a castello sfalsati completamente su misura, sorretti da una libreria e da una quinta forata.

Cucina su misura in mansarda nel cuore di Milano

9 FOTO Ci sono casi in cui una cucina su misura fa la differenza, in cui bisogna davvero studiare e ingegnarsi per facilitare la vita di una persona, renderla più comoda.
È il caso di questa cucina in mansarda progettata a Milano il mese scorso.

La signora Giulia e suo marito Michele vivono in un appartamento in mansarda da molti anni, e avevano bisogno di cambiare l’assetto della cucina in quanto non più in linea con le loro necessità, soprattutto fisiche.
Quando ci hanno chiamato abbiamo raccolto tutte le loro esigenze, ne abbiamo parlato insieme, e abbiamo costruito una cucina che potenziasse un’area di utilizzo accessibile dalla posizione eretta, evitando difficili piegamenti, abbiamo migliorato la posizione della cappa, abbiamo creato nuovi vani dove riporre oggetti e rinnovato gli elettrodomestici, ormai diventati obsoleti.
Trattandosi di una cucina in mansarda abbiamo dovuto fare i conti con i soliti problemi di inclinazione delle falde, di fuori squadra, della presenza delle travi a vista, dell’altezza limitata.
Abbiamo disegnato una soluzione interamente a cassettoni, che permettesse la visione dall’alto delle cose. Sul retro della zona cottura abbiamo posizionato dei cestelli estraibili totalmente per potenziare quella fascia altrimenti irraggiungibile manualmente.
La scelta è stata totalmente azzeccata, e la cucina risulta davvero molto più confortevole e ordinata.
Come sempre la soddisfazione più grande è vedere le persone contente per il risultato ottenuto, ed aver contribuito a migliorare la loro vita.

Cucina su misura tra shabby e minimal

7 FOTO Siamo partiti a progettare questa cucina dalle cose importanti per lei e per suo marito: i loro gusti, le loro abitudini. Abbiamo cercato di capire quali materiali utilizzare e come accostarli.
È stato un gran lavoro iniziale di bilanciamento tra uno stile ricco e caldo come nelle cucine shabby chic, e una pulizia di linee che aiutasse a non appesantire il tutto. Tutti rigorosamente studiato su misura.
Gli elementi che per Cristina erano importanti, come le cornici sulle ante, le vetrine, i cassetti e le mensole, vengono ripresi in uno stile più moderno e lineare, il bancone centrale, che ricorda uno di quei piani di lavoro nelle cucine country, viene trasposto con linee pulite e sobrie, pur mantenendo la sua funzione.
Il risultato è una mediazione stilistica, e la soddisfazione di Cristina e Marco suggerisce che questa è stata la strada giusta.
Come materiale abbiamo scelto un legno di rovere sbiancato per le parti verticali, in armonia con il grigio rosato della resina della parete e del pavimento. Per creare contrasto abbiamo optato per i piani in Corian bianco assoluto, ripresi anche dai cassettini inseriti nel bancone e di fianco al lavello.
Il piano di lavoro è sovrastato da pensili sfalsati fino a soffitto, con una linea di luce a led inserita al di sotto del pensile.

La casa di Marzia: dalla cucina al bagno utilizzando il legno naturale

6 FOTO La progettazione di questa cucina su misura ha passato varie fasi prima di arrivare a capire quale fosse il genere adatto e il tipo di finitura che più piaceva a Marzia e la sua famiglia.
L’ambiente presenta due nicchie, e abbiamo pensato di rimanere con l’arredo all’interno di queste, sfruttando il più possibile tutta l’altezza. Il piano invece gira e va a completarsi sotto la finestra, per godere della vista sul verde.

Ci siamo trovate subito in sintonia per quanto riguarda i materiali, e dopo aver provato alcune soluzioni, abbiamo optato per un risultato che “scaldasse” un po’ , utilizzando del legno di rovere sia per il piano che per le ante della parte bassa.
La parte alta invece è rimasta più neutra, in tinta con le piastrelle lavorate inserite nel vuoto tra i due volumi, con degli inserti a giorno in legno che alleggeriscono la composizione.
Per la casa di Marzia abbiamo anche realizzato i mobili per i bagni, sempre cercando una soluzione pulita e lineare, richiamando l’uso del legno.
Anche lo specchio è stato realizzato da noi, con cornice in legno e inserimento di una striscia led lungo tutto il perimetro.